Per un mondo migliore

Capsule Wardrobe, cos’è e come mi sono organizzata

Bentornati sul blog, in questi anni mi sono avvicinata molto al Mondo Zero Waste, tradotto Zero rifiuti e piano piano sto cercando di fare la mia parte per rendere il pianeta un mondo migliore. Questo sarà il primo dei tanti articoli che pubblicherò, dove vi racconto cosa faccio io per evitare i rifiuti e lo spreco in generale. Vorrei precisare che non sono assolutamente perfetta, anzi, ma cerco in quello che posso di fare qualcosa. Proprio per questo oggi sono ui per parlarvi di Capsule Wardrobe ma andiamo per ordine hihi.

Il mio Capsule wardrobe
Il mio armadio

Ricordo molto bene i miei acquisti convulsivi e oserei dire a volte stupidi, che facevo in passato. La maggior parte delle volte entravo in un negozio senza aver bisogno di niente e uscivo con borse piene, felpe, jeans, t-shirt e chi più ne ha più ne metta.

La svolta è arrivata una sera di un anno e mezzo fà. Dopo aver passato due ore davanti l’ armadio sono uscita di casa sempre con le solite cose perché NON AVEVO NIENTE DA METTERMI !!! Ho detto BASTA, non potevo andare avanti ad accumulare vestiti che non usavo.

Da quel giorno ho smesso di acquistare e, con immenso piacere è da un’ anno e mezzo che non compro niente ad esclusione di 4 cose che mi servivano.

L’ ulteriore svolta è arrivata sei mesi fa quando per caso leggo un’ articolo dove si parlava di Guardaroba Capsula, tradotto , Capsule wardrobe. Inizio a leggere, a documentarmi, a guardare video finchè decido di provarci.

Bene, dopo tutto questo pippone è arrivato il momento di dirvi che cos’è.

Che cos’ è e cosa vuol dire Capsule Wardrobe?

Una filosofia nata negli anni 70 da Susie Fox. Il suo primo negozio, aperto a Londra nel 1973 era proprio ispirato a questo nuovo modo di organizzare l’ armadio.

In poche parole, Susie voleva creare un guardaroba formato da capi essenziali, tutti intercambiabili tra di loro ( tutto stava bene con tutto) così da poterli riusare nel tempo. Se ci pensate bene quante combinazioni di outfit si possono fare con 1 gonna, 2 pantaloni, 2 t- shirt e 2 camicie? In questo caso 12 !! INCREDIBILE vero???

Outfit semplicissimo che indosso spesso
Outfit semplicissimo che indosso spesso

Non ho seguito uno schema ben preciso perché non volevo impormi un numero esatto di capi da tenere ma ho scelto in base alla mie esigenze. A cosa utilizzo di più e pensando a cosa cambio più spesso.

Ho eliminato dall’ armadio tutto ciò che non usavo con regolarità da almeno due anni e tutto quello che non mi stava per niente bene. Infine i capi che mi piacevano ma erano rotti li ho fatti sistemare dalla mia sarta di fiducia.

Questo metodo per quanto mi riguarda ha solo aspetti positivi a parte uno.

  • Ho sempre qualcosa di carino da indossare e non devo stare ore davanti all’ armadio per scegliere.
  • Riesco sempre a fare un bell’ abbinamento avendo poca scelta.
  • Cerco di aumentare la qualità dei miei vestiti e non acquisto più nelle grandi catene. Meglio pochi ma buoni.
  • Unico punto negativo è che devo velocizzarmi con le lavatrici ahah. Altrimenti rischio di ritrovarmi per davvero con l’ armadio vuoto.

In sostanza vi consiglio assolutamente di provare questo metodo se anche voi avete avuto i miei stessi disagi. Io mi sto trovando molto bene e sicuramente continuerò.

Spero di essermi spiegata abbastanza bene ma avevo un sacco di cose da dirvi e ho cercato di raccontavi l’ essenziale per non annoiarvi troppo.

Fatemi sapere se ne avete mai sentito parlare prima e se vi ispira questo modo di organizzare il guardaroba.

Vi saluto, vi lascio il mio ultimo articolo e vi aspetto al prossimo articolo.

Chiara

12 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *